"STELLA, BOSCHI, LAGUNA": UN TERRITORIO NATURALE E RURALE, UN'IDENTITA' COME RISORSA

(PSR 2014-2020. Misura 16 – Intervento 16.7.1 – Cooperazione)

15 dicembre 2019

di Massimo De Lotto

 

Gli elementi naturali che uniscono 12 comuni della Riviera Friulana sono gli stessi che danno il nome a questo importante progetto: il fiume Stella, i Boschi planiziali e la Laguna di Marano.
Un progetto sostenibile mirato per promuovere un territorio splendido e poco conosciuto dal turista che frequenta le spiagge e l'entroterra friulano.

Nel 2016 è stata sottoscritta una convenzione comprensoriale di Promozione Strategica del Territorio (P.S.T.) firmata dai Comuni di Bertiolo, Carlino, Castions di Strada, Marano Lagunare, Muzzana del Turgnano, Palazzolo dello Stella, Pocenia, Precenicco, Rivignano Teor, Ronchis, Talmassons e Varmo, che si sono impegnati in tutte le azioni ed obiettivi per fare conoscere la ricchezza di un territorio da scoprire con un turismo "lento" e di qualità.
Il progetto non tocca minimamente l'autonomia di ciascun Comune, avendo lasciato agli stessi la programmazione degli interventi di riqualificazione, con una strategia unitaria per aumentare l'offerta dell'intero territorio.

Importantissima è stata la collaborazione con il professor Grandinetti dello IUAV Venezia, che ha proposto progetti specifici ad ogni Comune con una visione complessiva di alta qualità.
Questo importante progetto ha ottenuto un contributo europeo di € 3.000.000, già concesso con decreto della Regione FVG del 25.11.2019 (finanziata dall'intervento 16.7.1 del Programma di Sviluppo Rurale 14-20.)

Entro dicembre 2020 tutti i soggetti che hanno partecipato alla richiesta preventiva, dovranno presentare i progetti definitivi con computi e relazioni descrittive con dettaglio delle opere previste e in questi ultimi mesi gli incontri, con i protagonisti di questo innovativo progetto, si sono ripetuti per arrivare al concreto del progetto stesso.

Il Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Udine ha sottoscritto, in data 29.01.2019, un accordo come partner con il seguente impegno : "il contributo che il Collegio – i cui iscritti sono diffusi capillarmente sul territorio – può dare alla Strategia è connesso alle professionalità che esso può mettere in campo nella conoscenza e nel recupero dell'edilizia storica, in particolare dei borghi rurali, di cui questo territorio è particolarmente ricco. Grazie a tali professionalità saranno messe a punto linee – guida d'intervento attente a una conservazione identitaria e a un riuso sostenibile dei manufatti di interesse storico."

Una presenza importante, la nostra, in un progetto molto interessante.