Procede in modo positivo la promozione di una Legge Regionale di modifica e integrazione del Titolo IV del D.Lgs 81-2008

29 settembre 2019
Procede in modo positivo la promozione di una Legge Regionale di modifica e integrazione del Titolo IV del D.Lgs 81-2008

di Paolo Binutti
Coordinatore Commissione SSL Collegio geometri e geometri laureati provincia di Udine



Di nuovo i geometri dimostrano di avere le idee chiare e di svolgere un ruolo trainante nel dibattito che si è sviluppato a proposito di una legge regionale di integrazione e riforma del titolo IV del d.lgs 81-2008.

Non è certo una novità che la categoria sia protagonista nella trattazione del delicatissimo tema della salute e sicurezza dei lavoratori, ma stavolta si è voluto effettuare un passo ancora più lungo ed importante, sottoponendo alla Amministrazione Regionale un documento di sintesi che favorisca la discussione sulle numerose criticità che emergono dalla applicazione della materia.

Il cosiddetto testo unico ha già compiuto 11 anni e proprio i geometri del collegio di Udine, con in testa il presidente Lucio Barbiero, si sono fatti parte attiva nella costituzione del gruppo di lavoro che ha prodotto una serie di accurate riflessioni circa la revisione ed integrazione del capitolo dedicato alla sicurezza in cantiere.

Il gruppo, coordinato nei lavori dallo scrivente, con la partecipazione di professionisti di profilo superiore quali l’ing. Massimo Cisilino e l’arch. Sascha Christiano Fornaciari, ha messo a disposizione del presidente del collegio di Udine un elaborato accurato, il cui scopo non è quello di rappresentare di per se stesso una “legge”, quanto quello di richiamare l’attenzione delle categorie produttive dell’edilizia, del mondo sindacale e delle professioni, su quanto palesemente non funzioni nei disposti normativi, sulla necessità di riqualificazione della figura del Coordinatore e dei soggetti esecutori, sull’impellente bisogno di semplificazione del corposo complesso burocratico che sovrasta il cantiere.

Il lavoro è stato apprezzato fin da subito, tant’è che gli Stati Generali dell’Edilizia FVG lo hanno fatto proprio approvandolo e dando contestuale mandato al presidente del Collegio di Udine a svolgere ogni più utile iniziativa di divulgazione e di sensibilizzazione, in primis delle parti politiche della amministrazione regionale, nell’ottica del completamento dell’esame sui contenuti e della conseguente stesura di una vera e propria norma regionale di regolamentazione della salute e sicurezza sul lavoro per i cantieri temporanei o mobili.

In tale ottica, l’11 settembre scorso si è svolto presso la sede della regione di Udine, un proficuo incontro di lavoro fra la delegazione guidata dal geom. Barbiero, il Vicepresidente e assessore alla salute Riccardi assieme all’assessore alle infrastrutture e territorio Pizzimenti.

L’esito del confronto si è connotato dapprima nel riconoscimento della qualità del lavoro prodotto, quindi in una chiara e decisa disponibilità degli amministratori regionali a concludere il lavoro avviato, mantenendo aperti ed attivi i canali di collaborazione con Ordini e Collegi professionali.

Vi è quindi motivo non solo di soddisfazione per il risultato fin qui raggiunto, ma anche per rimarcare che la nostra categoria, proprio in argomenti connotati da particolare complessità e delicatezza, sa non solo conferire la propria alta professionalità, ma essere anche componente di stimolo e supporto agli altri Ordini e Collegi.




Nella foto:
Il Presidente del Collegio dei Geometri di Udine Lucio Barbiero e il Coordinatore della Commissione Sicurezza Paolo Binutti, assieme ai rappresentanti dell’Ordine degli Ingeneri, dell’Ordine degli Architetti e del Collegio dei Periti della provincia di Udine, durante l’incontro con il vicepresidente della Regione FVG Riccardo Riccardi e l’assessore alle infrastrutture e territorio Graziano Pizzimenti.