Immissioni moleste di fumi e vapori

12 giugno 2020
Immissioni moleste di fumi e vapori

La Cassazione Penale ha affrontato il caso del titolare di un ristorante cui veniva contestato di aver immesso nell’aria vapori e fumi provenienti dalla cucina in assenza di canna fumaria, causando molestie ai residenti. 

Se l'attività produttiva autorizzata che determina immissioni moleste di fumi e vapori si svolge senza superamento dei limiti autorizzativi, si applica il criterio della normale tollerabilità ex art.844 cod. civ.

FONTE: http://suap.regione.fvg.it