False certificazioni energetiche (APE), ecco le conseguenze.

13 maggio 2017
False certificazioni energetiche (APE), ecco le conseguenze.
La Cassazione si è recentemente espressa su un argomento molto importante: la resposanbilità relative alle false attestazioni della prestazione energetica.
Secondo quanto chiarito dalla Corte di Cassazione con la sentenza 1664/2017, in caso di vendita di un immobile con classe energetica dichiarata non corrispondente a quella reale, il venditore è il responsabile.
Nel caso in cui i consumi reali dell’immobile non rispecchiassero quanto dichiarato dall’APE il compratore, rispettando le tempistiche di legge, può richiedere al venditore una riduzione di prezzo oppure, se la differenza di consumo è particolarmente rilevante, la risoluzione del contratto (art. 1490 Codice Civile).